Ordinanza del Ministro Speranza in vigore dal 1° Maggio al 15 Giugno

Pubblicato il 29 aprile 2022 • Comune , Sanità

 

Dal 1° maggio fino al prossimo 15 giugno 2022 verrà prolungato l'obbligo di mascherine in diversi luoghi. Lo prevede l'ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza, che recepisce il contenuto dell'emendamento approvato in commissione Affari Sociali alla Camera.

Di seguito, i punti salienti del provvedimento:

* La mascherina Ffp2 resterà obbligatoria fino al 15 giugno a bordo di tutti i mezzi di trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza (treni, aerei, metropolitane, tram, bus ecc) e andrà indossata per gli spettacoli e gli eventi sportivi al chiuso.  Resta dunque la Ffp2 anche in cinema, teatri, sale da concerto e palazzetti dello sport.  
E’ comunque raccomandato  indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico.

* Viene prorogato fino al 15 giugno anche l’obbligo di mascherina al chiuso per i visitatori delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, dagli ospedali alle residenze sanitarie, dagli hospice alle strutture riabilitative.
In classe, per gli alunni dai 6 anni in su,  la mascherina resta obbligatoria fino alla fine dell’anno scolastico, come prevede la legge già in vigore.   
Nei luoghi di lavoro privati valgono i protocolli tra imprese e sindacato.

* Dal 1° maggio non servirà più il green pass rafforzato (ottenuto con vaccinazione o guarigione dal Covid) per frequentare palestre e piscine al chiuso, partecipare a feste e cerimonie, convegni e congressi, entrare in discoteche e sale da gioco, andare al cinema e a teatro.
L’unica eccezione sono le visite in ospedale e Rsa, dove sarà necessario esibire il super green pass fino al 31 dicembre 2022.
Dal 1° maggio decade anche l’obbligo di green pass base per accedere al luogo di lavoro, consumare in bar e ristoranti al chiuso, salire su aerei, treni, traghetti e pullman intra-regionali, partecipare a concorsi pubblici, accedere alle mense, andare allo stadio e assistere a spettacoli teatrali e concerti all'aperto. In tutti questi luoghi l’accesso diventa libero.

* L'obbligo di vaccinazione resterà in vigore fino al 15 giugno per insegnanti e personale scolastico, forze dell’ordine e in generale tutti i cittadini dai 50 anni in su (pena multa di 100 euro).
Anche per queste categorie cessa ad ogni modo dal 1° maggio l’obbligo di green pass base (in vigore fino al 30 aprile) per lavorare.
Il vaccino continuerà a essere obbligatorio fino al 31 dicembre soltanto per i medici, infermieri, personale sanitario e delle Rsa. E solo per loro la vaccinazione costituirà fino ad allora requisito essenziale per lo svolgimento delle attività lavorative.

* Fino al 30 giugno, nel settore privato, è possibile l'uso della procedura semplificata di comunicazione del lavoro agile, ossia senza l’accordo individuale tra datore e lavoratore. Sono state prorogate fino al 30 giugno anche le misure in tema di sorveglianza sanitaria dei lavoratori maggiormente esposti al rischio di contagio.