Regione Lombardia

Multimateriale

Ultima modifica 19 marzo 2019

Attiva tutto l’anno. La frazione “Multimateriale”, deve essere inserita all'interno di sacchi gialli trasparenti.
Per ridurre l’ingombro si consiglia di schiacciare le bottiglie e i flaconi longitudinalmente.
Gli oggetti sporchi devono essere sciacquati prima di esser inseriti nei sacchi.

SI - Cosa INSERIRE nei sacchi:
IMBALLAGGI IN PLASTICA
-  ALIMENTARI:
bottiglie di acqua minerale (anche quelle biodegradabili), bibite, olio, succhi, latte, ecc.(*);
flaconi/dispensatori di sciroppi, creme, salse, yogurt, ecc. (*);
confezioni rigide per dolciumi (es.: scatole trasparenti e vassoi interni ad impronte);
confezioni rigide/flessibili per alimenti in genere (es.: affettati, formaggi, pasta fresca, frutta, verdura) (*);
buste e sacchetti per alimenti in genere (es.: pasta, riso, patatine, salatini, caramelle, surgelati) (*);
vaschette porta - uova;
vaschette per alimenti, carne e pesce (anche in polistirolo) (*);
vaschette/barattoli per gelati (*);
contenitori per yogurt, creme di formaggio, dessert (*);
reti per frutta e verdura;
film e pellicole (Solo in piccole quantità) (*);
barattoli per alimenti in polvere;
contenitori vari per alimenti per animali (*);
coperchi;
piatti e bicchieri monouso (*)
cassette in plastica per prodotti ortofrutticoli e alimenti in genere (Solo piccole quantità) (*)
vasi da fiori e piantine utilizzati solo per la vendita e trasporto
-   NON ALIMENTARI:
flaconi per detersivi, saponi, prodotti per l’igiene della casa, della persona, cosmetici, acqua distillata (*);
barattoli per confezionamento di prodotti vari (es.: cosmetici, articoli da cancelleria, gadget vari, articoli da ferramenta e per il “fai da te”);
scatole e buste per il confezionamento di capi di abbigliamento (es.: camice, biancheria intima, calze, cravatte);
gusci, barre, chips di imballaggio in polistirolo espanso;
reggette per legatura pacchi;
sacchi, sacchetti, buste e pellicola in plastica per imballaggi;
vaschette per alimenti e, imballaggi di piccoli elettrodomestici in polistirolo espanso;
e comunque imballaggi con i loghi elencati nell'ordinanza 77/2008 (pagina 7)


IMBALLAGGI IN ALLUMINIO E ACCIAIO:
lattine per bibite, contenitori e scatolette (*) per alimenti che hanno contenuto: legumi in genere, conserve, pelati, frutta sciroppata, tonno, sardine, olio d’oliva, carne, alimenti per animali, alcune bevande e caffè, ecc.;
bombolette spray per alimenti e prodotti per l’igiene personale (deodoranti, lacche, panna, schiuma da barba, insetticidi) private dei nebulizzatori di plastica;
fogli di alluminio da cucina e involucri da cioccolata o dolci solidi;
vaschette e contenitori per la conservazione e il congelamento dei cibi (*);
chiusure metalliche per vasetti di vetro contenenti confetture, pesche sciroppate, sottaceti, marmellate, miele, passate di pomodoro, succhi di frutta formato famiglia, ecc.;
tappi a corona applicati sulle bottiglie di vetro contenenti acqua, vino, succhi di frutta, olio, liquori, bibite, ecc.;
coperchietti dello yogurt e similari;
blister dei medicinali liberati dai contenuti; tubetti flessibili (es. maionese, acciughe, concentrati di pomodoro, ecc.);
scatole in acciaio utilizzate per le confezioni regalo di biscotti, cioccolatini, caramelle, dolci, liquori, ecc.

(*) prima di inserire il rifiuto nel sacco, è opportuno provvedere ad eliminare residui di qualsiasi genere anche lavando il contenitore.

NO - Cosa NON inserire nei sacchi:
rifiuti ospedalieri;
elettrodomestici,
casalinghi,
complementi d’arredo;
giocattoli;
custodie per CD/MC/VHS;
posate di plastica;
borse, zainetti;
posacenere, matite;
oggetti in plastica rigidi (rasoi, ecc), vasi per piante;
canne per l’irrigazione, stivali in gomma;
scarponi da sci;
tavolini e sedie;
contenitori per liquidi etichettati con i simboli “T” (tossici) e/o “F” (Infiammabili);
pentole in acciaio e alluminio; ecc.

TETRAPAK
contenitori latte, vino, succhi di frutta, confezioni verdure in conserva, panna.