Anagrafe canina - microchip

Ultima modifica 8 febbraio 2022

Che Cos´è

E´ la registrazione della popolazione canina identificata, presente sul territorio della nostra Regione, collegata ai dati del proprietario.

Come funziona?
Il cane viene identificato con un microchip che viene applicato dal Medico Veterinario sotto la pelle del cane, in modo rapido, innocuo ed indolore.
Il microchip è la "carta di identità" del cane. E' contenuto in una capsula di pochi millimetri e contiene un numero di identificazione univoco che viene rilevato mediante uno strumento elettronico denominato ‘lettore´.
Dopo aver applicato il microchip, il Medico Veterinario registra all´anagrafe canina il numero del microchip, i dati segnaletici del cane (ad es. razza, taglia, colore, sesso, ecc.) e i dati relativi al proprietario.
Da questo momento il cane è correttamente iscritto all´anagrafe: al proprietario viene consegnato un certificato di iscrizione completo dei dati registrati.

A cosa serve

  • A garantire la veloce restituzione dei cani smarriti ai legittimi proprietari.
  • A conoscere la consistenza e la distribuzione della popolazione canina.

E´ obbligatorio iscrivere i cani all'anagrafe?

Sì, l´iscrizione all´anagrafe dei cani, oltre che a essere utile per il proprietario, è anche un obbligo di legge.
Il proprietario o detentore, compreso il commerciante e l'allevatore, deve provvedere all´iscrizione del proprio cane entro 45 giorni dalla nascita o entro 15 giorni dal momento in cui ne entra in possesso.
Chi non l´avesse ancora fatto deve provvedere al più presto.
Se per qualsiasi motivo il microchip dovesse risultare illeggibile, il proprietario è tenuto a provvedere nuovamente all´applicazione di un microchip entro 15 giorni dall´accertamento.

Per approfondimenti:
ATS Milano Città Metropolitana - https://www.ats-milano.it/ats/carta-servizi/guida-servizi/microchip-anagrafe-canina