Regione Lombardia

Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Ultima modifica 4 luglio 2018

In data 31 gennaio 2018 è entrata in vigore la Legge 22 dicembre 2017 n. 219:  Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Ufficio di competenza

Ufficio Stato Civile

Cos'è la DAT

La dichiarazione anticipata di trattamento, anche chiamata "testamento biologico", è un documento che consente ad ogni persona maggiorenne, capace di intendere e di volere, di esprimere liberamente le proprie intenzioni sui trattamenti sanitari che desidera o meno ricevere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte.
La decisione di redigere una DAT è assolutamente libera e volontaria.
Per essere valido, il documento deve contenere nelle disposizioni anche l’indicazione del nome di un fiduciario, una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere che ha l’incarico di rappresentare il disponente e di far rispettare la volontà espressa nelle DAT.
Il fiduciario accetterà la nomina mediante sottoscrizione della DAT o con atto successivo allegato alla DAT.
Se la Dat non contiene l'indicazione del fiduciario, o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o divenuto incapace, mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente. In caso di necessità,  il giudice tutelare provvede alla nomina di un amministratore di sostegno.

Il disponente può sempre cambiare il fiduciario, modificare le sue disposizioni o ritirare le proprie DAT.

Documentazione da presentare

Le DAT devono essere redatte per atto pubblico notarile o per scrittura privata autenticata dal notaio ovvero per scrittura privata e deve essere consegnata personalmente dal disponente presso l’Ufficio dello Stato Civile del comune di residenza del disponente medesimo, in duplice copia, con:

  • documento identificativo, in corso di validità e una sua fotocopia
  • tessera sanitaria/codice fiscale e una sua fotocopia
  • atto/scrittura contenente le DAT in duplice copia (entrambe le copie firmate in originale).

L'ufficio non è legittimato a ricevere DAT recate da disponenti non residenti.
Le DAT saranno protocollate e conservate dall'Ufficio dello Stato Civile
Al disponente viene rilasciata apposita ricevuta di consegna della dichiarazione.
Il disponente dovrà aver cura di trattenere per sé una copia delle D.A.T. e di consegnarne una copia al fiduciario nominato.

Quando

Le DAT possono essere consegnate previo appuntamento inviando una mail a statocivile@comune.peschieraborromeo.mi.it oppure contattando il numero 0251690240

Note
Si ricorda che l'Ufficiale di Stato Civile non prende parte alla stesura delle DAT né fornisce informazioni in merito al contenuto, ma si limita a verificare l’identità e la residenza del disponente nel Comune, a riceverle e a registrarle.

Costi

Il servizio è gratuito.