Regione Lombardia

Richiesta affidamento ceneri

Ultima modifica 12 luglio 2018

Descrizione attività

Rilascio dell'autorizzazione come da normativa Regionale (art.14 Regolamento Reg.le N. 6 novembre 2004 e smi. L' affidamento è autorizzato su volontà già espressa dal defunto o, in difetto, dalla volontà del coniuge o della maggioranza degli aventi titolo. La competenza è attribuita all'ufficiale dello stato civile del Comune ove è avvenuto il decesso. Per l'affidamento di ceneri già tumulate o derivanti da cremazione di resti mortali a seguito di esumazioni o estumulazioni, l'autorizzazione è rilasciata dall'ufficiale dello stato civile dove è sepolta la salma.

Come richiederlo

Il richiedente, avente titolo, deve compilare e sottoscrivere apposito modulo con il quale dichiara il luogo dove conserverà le ceneri. Normalmente tale richiesta viene presentata contestualmente a quella della cremazione perchè si rende necessaria rispetto alla destinazione delle ceneri.

Documentazione da presentare

  1. Se esistenti, la disposizione testamentaria del defunto o la volontà espressa dal defunto se iscritto ad associazione per la cremazione, in originale o copia conforme;
  2. domanda di affidamento delle ceneri predisposta su apposita modulistica regionale;
  3. documento d'identità' del/i dichiarante/i;
  4. n.1 marca da bollo.

A quale ufficio presentare la richiesta

Ufficio Polizia Mortuaria

Validità dell'istanza

Illimitata.

Norme di riferimento
Legge Regionale n. 22 del 2003 - Regolamento Regionale 9 novembre 2004 n. 6 e smi.

Note
Qualora il parente affidatario intenda rinunciare all'affidamento delle ceneri, ha l'obbligo di restituirle.
Qualora il parente affidatario trasferisca l’urna cineraria in altro luogo, ha l’obbligo di comunicare al comune ove erano tenute le ceneri e al nuovo comune ove verranno conservate.